Esenzione Bollo Auto, chi ne ha diritto?

Non tutti sanno che è possibile beneficiare dell’esenzione del bollo auto, vediamo in questa breve guida chi ha diritto a non pagare il bollo, quali sono le categorie e le condizioni per potervi accedere.

esenzione bollo autoAl primo posto troviamo sicuramente i veicoli che vengono utilizzati per il trasporto dei disabili, sicuramente poi troviamo anche tutte quelle vetture di ultimissima generazione ovvero quelle elettriche e ad emissioni zero. Per tutte le vetture alimentate a GPL o metano possiamo dire che non vi è una vera e propria esenzione del bollo auto ma bensì una riduzione di quest’ultimo.

Hanno diritto all’esenzione del bollo auto anche tutte quelle macchine che sono state immatricolate almeno da 20 anni e da più di 30, queste pur essendo soggette e norme ben precise rientrano tra i veicoli esentati dal pagamento.

Vediamo ora nel dettaglio, esaminando caso per caso, tutte le categorie che possono vantare questo diritto.

 

Chi ne può beneficiare?

I soggetti portatori di handicap possono richiedere l’esenzione per il pagamento del bollo auto solamente se rientrano in queste categorie ben specifiche:

  • Non vedenti e sordomuti
  • Portatori di handicap con indennità di accompagnamento la cui patologia dipende da un disagio psichico o mentale
  • Portatori di handicap con gravi limitazioni della capacità di deambulazione
  • Potatori di handicap con ridotte capacità motorie

In questi casi, per avere diritto a questa esenzione, la vettura deve essere necessariamente intestata al disabile, a meno che quest’ultimo non sia fiscalmente a carico di altro soggetto. Per poter ottenere l’esenzione, il disabile è tenuto a presentare entro i 90 giorni che precedono la data di scadenza del bollo, una dichiarazione debitamente compilata, indirizzata all’ufficio tributi della regione di appartenenza, in aggiunta a questa dichiarazione dovrà essere prodotto anche il verbale attestante lo stato invalidante del soggetto interessato.

Per le auto GPL o a Metano?

esenzione pagamento bollo autoParliamo ora dell’esenzione del bollo auto per le auto alimentate a GPL o metano. Tra una regione e l’altra si possono riscontrare delle differenze, in linea di massima possiamo dire che per le auto alimentante solo ed esclusivamente a GPL o metano vi è una riduzione del 75% sull’intero importo della tassa di proprietà del veicolo.

Alcune regioni, tra cui la Lombardia, prevedono l’esenzione del bollo auto anche per le auto a doppia alimentazione, vale a dire benzina e gas. Per le auto elettriche invece vi è una totale esenzione del bollo, quest’ultima però vale solo per i primi 5 anni, successivi all’immatricolazione, dopodiché comunque c’è una riduzione del bollo pari al 75%, fanno eccezione alcune Regioni come il Piemonte e la Lombardia, dove l’esenzione è prevista anche per gli anni successivi.

Per quel che riguarda invece le auto più vecchie, possiamo dire che c’è una differenza tra quelle che hanno almeno 30 anni e quelle che ne hanno almeno 20; le prime rientrano automaticamente nella categoria di auto storiche (30 anni), per questo motivo sono esentate dal pagamento del bollo, le altre invece fanno sempre parte delle auto storiche ma devono avere della caratteristiche ben precise per essere considerate tali ed avere quindi l’esenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *